Conoscere il posto in cui viviamo in senso lato, ossia l’universo, è stata sempre un’ambizione prettamente umana. Spingersi oltre i propri limiti, ampliare le conoscenze che abbiamo su ciò che circonda il nostro grande, ma così piccolo, mondo ha da sempre caratterizzato i desideri e i sogni della nostra specie. D’altra parte, ciò che ci circonda è così vasto e denso di mistero che ne siamo riusciti appena a scalfire la superficie.

Teorizzare da dove tutto abbia avuto inizio, comprendere perché esistano determinati aggregati di materia e capirne la composizione è sempre stata una sfida per l’uomo. Esistono così tanti oggetti cosmici di cui abbiamo appena compreso l’esistenza e l’entità, come ad esempio i buchi neri, e la nostra esplorazione dello spazio è soltanto all’inizio.

Però ciò con cui l’uomo può relazionarsi corrisponde anche a ciò che è alla propria portata, a quello che è possibile osservare e che potrebbe anche interagire con noi, come i meteoriti, che superando l’atmosfera raggiungono (sebbene in quantità esigue) il nostro pianeta.

Nell’ultimo anno si è parlato molto di un fantomatico meteorite, attualmente presente nella fascia di asteroidi fra Marte e Giove, che ha fatto venire l’acquolina in bocca a molti. Questo meteorite infatti sembrerebbe ricoperto di enormi quantità d’oro.

Psyche e la bufala del meteorite di oro

Al di là dell’effettiva veridicità riguardo l’esistenza di questo meteorite, in molti pensano che si tratti di una montatura per innalzare le quotazioni in borsa dei bitcoin.

Secondo Peter Schiff, CEO di Euro Pacific Capital, è altamente improbabile rilevare una quantità così ingente (come descritta dalla notizia) di oro su un solo asteroide. E anche ammettendo che fosse presente, sarebbe comunque impossibile raggiungerlo, estrarre il metallo prezioso e trasportarlo sulla Terra.