5G-sicuro

Con l’arrivo del 5G, oltre ad approcciarsi ad un lato della tecnologia sconosciuto a molti, come ad esempio l’Internet of Things, tutti gli utenti, Italiani e non, potranno finalmente tornare in sicurezza. Per chi non lo sapesse, infatti, recentemente è stata scoperta una grave falla all’interno dello standard di rete mobile 4G che sta compromettendo la privacy dei consumatori di tutto il mondo. In particolare in Italia, tutti i clienti di Tim, Wind, tre, Vodafone, Iliad e di qualsiasi operatore virtuale, rischiano ogni giorno di essere spiati e di vedere i propri dati sensibili compromessi. Scopriamo di seguito, quindi, maggiori informazioni in merito al pericoloso bug.

Pericolo 4G: il 5G risolverà finalmente i gravi problemi 

Molti pensano si tratti di una fake news architettata dagli operatori di tutto il mondo per spingere gli utenti a passare al 5G ma, in realtà, la falla è già stata confermata dai maggiori esperti di due università rinomate tutto il mondo. Questi ultimi, infatti, hanno affermato che la falla si trova alla base del 4G è diffusa in ben tre protocolli diversi. Ciò renderebbe quindi impossibile la riparazione del problema anche ai più competenti del settore. Per tornare in sicurezza, quindi, tutti gli utenti dovranno necessariamente migrare verso il 5G, ovviamente dopo aver valutato l’acquisto di un nuovo smartphone e di una tariffa adatta.

Ricordiamo inoltre che, ad oggi, utilizzando Il 4G si rischiano i seguenti attacchi informatici:

  • rilevazione della posizione del gps;
  • ascolto delle chiamate;
  • trafugamento di dati personali;
  • invio di falsi allarmi;
  • furto di identità.