Unicredit Sanpaolo Agenzia Entrate conti correnti

L’evasione fiscale è tornata infastidire tutti gli italiani, anche quelli che non la commettono. Secondo nuovi report il nostro paese infatti è flagellato da questo ultimo fenomeno è per tale motivo il Fisco assieme l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza hanno deciso di adottare un nuovo sistema al fine di abbatterla una volta per tutte.

Denominato risparmiometro, il nuovo strumento permetterà di analizzare i conti correnti di tutti gli italiani e di prendere provvedimenti in maniera veloce e ferrata: scopriamo come.

Agenzia delle Entrate dice basta l’evasione fiscale: ecco come funziona il risparmiometro

Lo strumento adottato all’Agenzia delle Entrate, come già detto, è denominato risparmiometro. Questo funziona grazie ad un algoritmo che analizza le entrate e le uscite sui conti correnti. I primi ad essere analizzati saranno quelli dei clienti di Unicredit, Intesa Sanpaolo e BNL. Attraverso questa operazione, quindi, le entrate e le uscite verranno analizzate, messe a confronto e verrà rilevato se vi è la presenza di un discostamento. Questo poiché il risparmiometro funziona mettendo a confronto queste due voci e analizzandole in merito ai redditi dichiarati dal cittadino.

Leggi anche:  Unicredit, SanPaolo e BPM: le novità dopo la truffa sui conti correnti

Se il discostamento rilevato sarà pari o superiore al 20%, dei controlli più ferrati verranno effettuati al fine di appurare se vi è davvero un caso di evasione fiscale o no. Al fine di non abbattersi contro italiani innocenti, è stato rivelato che  ulteriori controlli verranno effettuati in maniera incrociata e questa volta da un personale umano.

Segnaliamo, infine, che i controlli non avverranno in base alla ricchezza delle persone ma bensì a tappeto senza fare alcuna distinzione.