truffa dei diamanti

Le truffe bancarie sono sempre all’ordine del giorno e sono maggiormente colpiti i clienti di Unicredit, Intesa San Paolo, Banco BPM è Bnl; da qualche anno non si fa altro che parlare della truffa che è riuscita a riscuotere più di 10.000 milioni di euro: la truffa dei diamanti.

Si parla di una truffa che non ha risparmiato nessuno, dai comuni consumatori hai più noti personaggi famosi della televisione italiana (Vasco Rossi ha perso circa 5 milioni di euro, Federica Panicucci ne ha persi 50.000 e via dicendo); a seguire il caso da più di due anni sono Grazia Colacicco e Riccardo Targetti che sembrano aver finalmente risolto il caso anche se alcuni Istituti di Credito sono rimasti sotto accusa.

Truffa dei diamanti: ecco la verità

Grazia Colacicco e Riccardo Targetti hanno scoperto che ad essere coinvolti erano gli Istituti bancari di Unicredit, Intesa San paolo, Banco BPM, Monte dei Paschi e Banca Aletti; secondo le notizie raccolte, gli istituti appena elencati informavano i clienti di un investimento riguardanti alcuni diamanti che potevano essere rivenduti al doppio del prezzo acquistato.

Le due società che vendevano queste pietre sono Intermarket Diamond Business (IDB) e Diamond Private Investiment SPA (DPI) ma gli investitori si sono ritrovati fregati perché solo dopo averli acquistati hanno scoperto che il loro valore reale era meno della cifra pagata; fortunatamente Grazia Colacicco e Riccardo Targetti hanno sequestrato più di 700 milioni di euro nel febbraio 2019 e nelle scorse settimane hanno sequestrati altri 3 milioni; sembra ormai un caso chiuso in modo definitivo.