ezechiele profezia fine del mondo

Una nuova ondata di preoccupazione si è diffuso sul web seguito della diffusione di tre antiche profezie che riguardano la fine del mondo e un’imminente apocalisse. Secondo quanto rivelato dagli scritti del popolo Maya e dall’antico libro della Genesi: la distruzione del pianeta Terra potrebbe essere imminente.

Fine del mondo: l’apocalisse dei Maya tra bufale e realtà

Conosciuti soprattutto per la profezia relativa al 12 dicembre 2012, l’antico popolo mesoamericano dei Maya ha predetto più volte delle possibili apocalissi. Secondo quanto riportato degli ultimi scritti, i suddetti  avrebbero predetto anche una di queste nel 2019. Rispettando le tempistiche previste, tutto ciò sarebbe dovuto accadere entro la fine del luglio scorso, ma come possiamo vedere nulla si è verificato.

Nonostante ciò alcuni utenti sul web pensano che quanto descritto dai Maya potrebbe ancora verificarsi visto ciò che è successo in Giappone. Un presagio del male si sarebbe verificato sulle costi del Sol Levante dove dei pesci Remo sono stati ritrovati morti. Secondo la tradizione locale, questo avvenimento rappresenterebbe l’inizio di qualcosa di negativo visto che lo stesso accadde prima del tragico tsunami verificatosi alcuni tempi fa.

Genesi e profeta Ezechiele: ecco cosa dice la seconda profezia

La seconda teoria riguardante la fine del mondo, invece, riguarda la Genesi e ciò che è stato predetto dal profeta Ezechiele. Da quanto narrato nell’antico libro, la distruzione di Sodoma e Gomorra portò la Valle del Mar Morto ad essere inabitabile come d’altronde l’abbiamo sempre conosciuta. Nonostante ciò, i più informati, sanno che  tutto ciò sarebbe nato a seguito dalla distruzione di Sodoma e Gomorra.

Leggi anche:  Fine del Mondo: la profezia Maya e di Ezechiele spaventa tutti

A seguito della diffusione di uno scatto proveniente dalla raccolta del photoreporter Noam Bedein la questione su Sodoma e Gomorra ed il Mar Morto è stata risollevata. Tutto ciò è nato a seguito di un dettaglio contenuto all’interno di uno scatto che ritrae dei pesci nelle acque salatissime.

Tutto ciò non ha fatto altro che sollevare delle teorie tra gli utenti e a far ritornare in voga le antiche parole del profeta Ezechiele portando alla luce delle teorie secondo cui la fine del mondo sarebbe imminente.

La profezia di Medjugorje

Come terza profezia, infine, troviamo quella di Medjugorje che è stata pronunciata in data 25 luglio e prevederebbe una fine molto triste per il nostro pianeta. Le parole esattamente pronunciate sono le seguenti: “Figlioli, verranno le prove e voi non sarete forti e il peccato regnerà, ma se siete miei, vincerete perché il vostro rifugio sarà il Cuore di mio Figlio Gesù”.

A spiegare tale messaggio è accorso Don Renzo Lavatori che attuando la frase al mondo di oggi ha paragonato proprio quest’ultimo come il peccato che ci circonda. Nonostante ciò, non tutto è perduto visto che lo stesso Don la preghiera potrebbe salvare tutti i fedeli dalla funesta previsione.