Rete 5G l'evoluzione del 4G è in pieno sviluppo grazie a Tre, Wind, Vodafone e Tim

A patire dal prossimo anno arriverà nel nostro paese un nuovo standard di rete mobile ultra veloce: il tanto atteso 5G. Grazie a quest’ultimo riusciremo ad approcciarci ad un mondo della tecnologia sconosciuto a molti, ovvero l’Internet of Things (IoT), e riusciremo a sostituire definitivamente i vecchi standard 3G e 4G di Tim, Wind, Tre, Vodafone ed Iliad. Nonostante ciò, però, sono ancora moltissimi gli utenti che, considerati i costi dei nuovi smartphone e delle nuove tariffe telefoniche legate al 5G, hanno intenzione di restare sulla rete 4G che, ricordiamo, grazie alle sue espansioni è riuscito ad offrire velocità superiori a 1000 mega al secondo.

Ad oggi, però, a causa di una grave falla di rete scoperta nel 4G, gli operatori sconsigliano vivamente di restare su questo standard. E’ infatti consigliato migrare il prima possibile verso il 5G. Scopriamo di seguito i dettagli.

Addio 4G: una falla di sicurezza metter in pericolo gli utenti di Tim, Wind, Tre, Vodafone ed Iliad

Molti credono che si tratti di una bufala architetta solamente con scopi di lucro ma, in realtà, la falla è già stata confermata dagli esperti delle rinomate università Ruhr-Universität Bochume e New York University Abu Dhabi. A quanto pare la falla sembra essere radicata alla base della rete 4G e diffusa in tre protocolli diversi. Ciò rende quindi impossibile la riparazione del problema.

Ad oggi, quindi, l’unica strada da intraprendere per tornare in sicurezza è passare al 5G. Ricordiamo infatti a tutti gli utenti Tim, Wind, Tre, Vodafone ed Iliad che utilizzando il 4G, rischiano di subire i seguenti attacchi informatici:

  • rilevazione della posizione del gps;
  • ascolto delle chiamate;
  • trafugamento di dati personali;
  • invio di falsi allarmi;
  • furto di identità.