einstein teoria della relatività

Arriva la notizia della conferma della Teoria della Relatività di Einstein dall’astrofisica Andrea Ghez, dell’Università della California. Dopo un riferimento ad un suo recente studio (Relativistic redshift of the star S0-2 orbiting the Galactic center supermassive black hole), ha dichiarato che Einstein aveva ragione nuovamente con la sua famosa ipotesi.

Aggiunge: “Le nostre misure di astrofisica estrema del movimento della stella vicino al buco nero al centro della Via Lattea, indicano che la distorsione della geometria dello spazio-tempo provocata dal buco nero… risponde a quello che è stato ipotizzato dalla relatività generale

Gli studi condotti sulla stella S0-2 hanno portato i loro risultati. Di fatto per più di 20 anni, la stella è stata seguita dagli scienziati, e sembra che quella che è la teoria del noto fisico sia adatta anche per l’effetto della relatività su un corpo soggetto ad un campo gravitazionale intenso come quello di un buco nero.

Leggi anche:  Einstein aveva ragione: la relatività incassa conferme dopo 100 anni

La scoperta che conferma la teoria di Einstein

Partiamo dalla base: S0-2 è una stella estranea alla terra e che si trova a 26.000 anni luce. Soltanto negli ultimi 16 anni si è avvicinata esponenzialmente al buco nero Sagittarius A*. Di fatti è solo grazie alla posizione e agli spettri della stella se la scienza ha ricostruito in maniera accuratamente l’orbita intorno al buco nero Sagittarius. Inoltre, grazie alla ricostruzione, Ghez e la sua squadra sono riusciti a confermare la famosa teoria di Einstein. Sui buchi neri la scienziata ha aggiunto: “La teoria non riesce a spiegare completamente cosa avviene dentro un buco nero. C’è bisogno di una teoria della gravità differente da quella ipotizzata da Einstein”.