samsung-galaxy-a50-test

Ecco che il nostro amato JerryRigEverything ha caricato un nuovo video in cui si diverte a torturare uno degli ultimi smartphone rilasciato da Samsung. Anche se non si tratta di un top di gamma, è interessante vedere come gli storici test di Jerry, insieme ai suoi strumenti poco convenzionali è altrettanto storici, funzionano su un dispositivo pensato per non essere troppo costoso. Poco costoso vuol dire anche materiali meno pregiati ergo plastica, ergo meno resistenti ad un certo tipo di sollecitazioni.

Il punto centrale di questa tortura è proprio cercare di capire quanto la plastica di questo modello, il Galaxy A50, regge ai danni. Il risultato in realtà è stato abbastanza soddisfacente. Come ci si aspettava la resistenza non è stata eccezionale, ma in realtà ha superato diverse previsioni e una degli accorgimenti che vengono dati è semplicemente quello di non sedersi sopra; sarebbe un consiglio adatto ad ogni smartphone se vogliamo essere sinceri.

Leggi anche:  AXIS, il sistema per rendere smart le tende di casa e ufficio

 

Samsung Galaxy A50 e il rest di resistenza

Un veloce riassunto del video. Lo schermo prende un’appena sufficienza per quanto riguarda il test di rigatura dello schermo ovvero un sei della scala Mohs; già a livello sette i graffi iniziano a diventare fin troppo profonde. Il display sotto un fiamma di accendino dura invece ben 30 secondi, ma dopo poco, in risposo, il danno risulta essere quasi completamente sparito. Per quanto riguarda il test di piegatura, come detto, ha visto il dispositivo piegarsi un po’ troppo, ma niente che con un uso neanche troppo attento risulterebbe un problema.