samsung-galaxy-note-exynos

Tra pochissimi giorni Samsung annuncerà al mondo la nuova serie Galaxy Note 10. Un novità che presenteranno i modelli della serie sarà quella della presenza di un processore nuovo di zecca ovvero l’Exynos 9825. Quest’ultimo, per dire, non è neanche stato ancora annunciato, ma probabilmente il colosso sudcoreano lo farà a breve visto che su Twitter ha pubblicato il teaser proprio di quest’ultimo. Sarà effettivamente il primo chip della casa costruito con architettura a 7 nm; l’Exynos 9820 aveva l’architettura a 8 nm, un piccolo passo indietro rispetto agli altri top di gamma.

Per lo specifico, Samsung sembra che abbia deciso di presentare questi due prodotti insieme. Sullo stesso palco dell’evento del 7 agosto verranno presentati i modelli Galaxy Note 10 e il super-processore che li alimenterà. Un pezzo di silicio di nuova generazione, evoluto, intelligente, un livello successivo come l’ha descritto la stessa compagnia.

Leggi anche:  Apple, iPad Pro 2018 ad un prezzo ridotto sul sito ufficiale

 

Samsung e il nuovo processore per i top di gamma: l’Exynos 9825

C’è un’altra novità in merito a questo processore. A questo giro il produttore sudcoreano ha deciso di portare i propri smartphone in America dotati del proprio chip e non di Qualcomm. Come già visto infatti solo Verizon avrà l’onore, o la sfortuna, di vendere un Galaxy Note alimentato dallo Snapdragon 855 plus, anch’esso una variante del precedente top di gamma. Di per sé non è un precedente in quanto anche il Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge erano arrivati negli Stati Uniti con un processore Exynos. A questo giro si potrà sempre dire che saranno i primi Galaxy Note ad arrivare in quel paese con un chip non di Qualcomm.