Amazon

La piattaforma di e-commerce Amazon, nonostante sia appena stata sconfitta in tribunale dalla piccola azienda tedesca Ortlieb, ha intenzione di dettare nuove regole sugli imballaggi ai venditori presenti sulla piattaforma.

Il colosso di Seattle non ha nessuna intenzione di essere contraddetto, infatti la posta in gioco è molto alta. I venditori, o si adegueranno alle nuove regole oppure si vedranno addebitare delle multe molto salate. Ecco i cambiamenti.

 

Amazon detta legge sull’imballaggio, rivoluzione in arrivo

La questione dell’imballaggio continua dallo scorso marzo, dal momento che il colosso di Jeff Bezos ha annunciato ai propri venditori di voler imporre nuovi standard per gli imballaggi dei prodotti più voluminosi. Infatti entro oggi 1° agosto 2019, come anticipato anche qualche settimana fa, i venditori dovranno spedire pacchi con imballaggi molto più compatti e soprattutto più semplici da aprire. Lo scopo è quello di essere il più possibile eco-friendly.

Leggi anche:  Amazon: trucco unico per scontare al massimo tutti i prodotti

Secondo il Wall Street Journal, la richiesta dell’azienda è solo l’ultima di una lunga serie che ha visto i venditori adeguarsi alle norme imposte dall’azienda online. Precedentemente infatti, Amazon ha spinto i marchi a vendere i prodotti nelle quantità e ai prezzi che meglio si allineavano con i propri sistemi di stoccaggio e consegna. I venditori che non si adegueranno verranno tagliati fuori dalla piattaforma.

Molti venditori si sono dovuti adattare alle nuove regole della piattaforma, l’esempio più lampante è quello del rasoio Philips Norelco One Blade, la casa produttrice ha diminuito il numero dei componenti all’interno dell’imballaggio, riducendo l’ingombro dell’80%. Storia simile anche per Hills Pet Nutrition, che ha diminuito l’imballaggio del proprio cibo per cani del 34%. Vi ricordo che per avere le migliori offerte ogni giorno ricordate di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale cliccando qui.