Ancora oggi sono numerosi i consumatori che si lamentano del Canone Rai, la tassa obbligatoria per chi possiede un televisore; da qualche anno, lo Stato ha deciso di inserirlo direttamente nella bolletta della luce elettrica in modo da non poter più sfuggire al suo pagamento.

Dal 2016 i consumatori devono obbligatoriamente sostenere la sua spesa anche se non usufruiscono dei canali Rai; difatti, secondo lo Stato, tutti coloro che hanno anche solo l’antenna devono obbligatoriamente pagare questa imposta; non tutti però sono a conoscenza di un metodo per non sostenere più il suo costo in modo definitivo; ecco di cosa si tratta.

Canone Rai: svelato il modo per evitare il suo pagamento

Grazie ad accurate ricerche, abbiamo scoperto che esiste un metodo per sfuggire al Canone Rai; i consumatori infatti, possono decidere di non sostenere più il suo costo recandosi all’Agenzia delle Entrate compilando un modulo apposito in modo da dichiarare di non essere in possesso di un qualsiasi apparecchio televisivo.

Leggi anche:  Fisco: i controlli fiscali saranno ridotti, redditometro addio

Inoltre, possono evitare il costo di questa imposta alcuni consumatori che rientrano in determinate categorie:

  • Tutte le persone che hanno un’età pari o superiore ai 65 anni e possiedono un reddito annuale pari o inferiore ai 6713,98 Euro;
  • Coloro che fanno parte dell’esercito italiano pur non avendo una cittadinanza italiana e/o che fanno parte del personale civile che non risiede in una città italiana appartenenti alle forze armate della NATO;
  • Gli impiegati consolari oppure i funzionari (art. 49 della Convenzione di Vienna del 24 aprile 1963);
  • Gli agenti diplomatici (art. 34 della Convenzione di Vienna del 18 aprile 1961);
  • I funzionari di un’associazione internazionale.