truffe-call-center

Tutti i giorni, ormai, ogni cittadino Italiano in possesso di una linea telefonica, fissa o mobile, è contattato almeno 1/2 volte dai Call center di Tim, Wind, Tre e Vodafone. Sempre più spesso, però, dietro queste chiamate dei call center apparentemente innocue si nascondono molteplici truffe messe in atto proprio dai dipendenti dei centralini telefonici che, stando a quanto rilevato, colpiscono circa 1 Italiano su 5 è ogni giorno. Scopriamo di seguito come funzionano queste truffe e come possiamo difenderci.

Truffe Call center: ritorna la truffa dei Modem

Da mesi, ormai, questo tipo di truffe funzionano sempre allo stesso modo. Inizialmente gli operatori dei Call center tentano di essere gentili e pronti ad aiutare all 100% l’utente. Quando si inizia a parlare dell’offerta, però, parte la vera truffa. Attraverso lunghi giri di parole e grazie ad una parlantina veloce, questi cercano in tutti i modi di raggirare l’utente al fine di vendere una nuova offerta o chiudere un nuovo contratto.

Leggi anche:  Truffe: ecco come i call center Wind, Tim, Tre e TIM ingannano i clienti

Una delle truffe che gli utenti hanno maggiormente riscontrato ad oggi riguarda i Modem. Spesso, infatti, ci viene fatto credere che questi dispositivi siano gratuiti ma, a fine mese, ci ritroviamo a pagarli in bollette salatissime. Il vero problema, però, arriva in questo momento poiché l’utente non può far altro che accettare la truffa e pagare la bolletta.

Per potersi difendere da queste truffe, quindi, ecco di seguito alcuni consigli:

  • contattare personalmente i Call center ufficiali degli operatori oppure utilizzare le chat dedicate sui social;
  • consultare i siti web degli operatori come Tim, Wind Tre e Vodafone per scoprire le tariffe originali;
  • buon senso, se l’offerta è troppo vantaggiosa, molto probabilmente potrebbe trattarsi di una truffa.