batterie smartphone android

Avere uno smartphone Android che duri fino a fine giornata è il sogno di molti utenti che ormai, dopo qualche anno di onorato servizio, si ritrovano con dispositivi e batterie sempre scarichi. Capita sempre più spesso, infatti, di dover uscire con dei powerbank sempre a portata di mano per evitare di rimanere al 0% di carica nel bel mezzo della giornata, soprattutto quando si sa di dover passare diverse ore fuori.

Sebbene il rimpiazzo della batteria in sé e per sé sia la soluzione più adatta a questi casi, esistono delle indicazioni in grado di salvare un po’ la batteria su Android. 

Smartphone Android: ecco come salvaguardare la batteria

Il primo consiglio utile a far durare di più la batteria è quello di assicurarsi che la modalità “batteria adattiva” sia in funzione. Questa particolare impostazione consente di limitare l’uso della batteria per le applicazioni che non vengono usate spesso e frequentemente: in poche parole lo smartphone assimila le vostre abitudini e le sfrutta per usare meno energia.

Leggi anche:  Android 9 Pie arriva sul dispositivo Android più longevo di sempre

Per verificare che questa impostazione sia attiva è necessario andare su: impostazioni > batteria > impostazioni (tre puntini in alto a destra) > batteria adattiva. 

Il secondo consiglio utile ad aumentare la durata della carica è quello di ottimizzare le applicazioni, facendo una cernita di quelle non necessarie e togliendo loro la possibilità di operare in background.
Per effettuare tale operazione è necessario andare su: impostazioni > ricercare “ottimizza uso batteria” > attivare l’ottimizzazione sulle singole applicazioni. 

Il terzo ed ultimo consiglio, infine, è quello di scaricare un’applicazione come Accubattery (link per scaricarla) che aiuta a misurare l’uso della batteria ed individuare il degradamento.