disserviziDowndetector è divenuto con il tempo il centro nevralgico tramite il quale gli utenti hanno la possibilità di scoprire i disservizi o lo stato della rete del proprio operatore telefonico, o del servizio di un fornitore in particolare. L’accesso è gratuito, tutti vi possono partecipare senza costi aggiuntivi, ma come funziona realmente?

Partiamo dalla raccolta delle informazioni, a differenza di quanto si potrebbe realmente pensare, Downdetector non presenta alcun legame con le aziende commerciali, i dati si basano interamente sulle segnalazioni che gli utenti fanno pervenire direttamente dal sito. Per contribuire alla causa, ed inviare un feedback relativo ai disservizi basterà collegarsi alla pagina della rete (qui per le migliori offerte) per cui state riscontrando un problema e premere il pulsante “Ho un problema con….”.

 

Downdetector: ecco l’arma contro i disservizi

Dall’altro lato, invece, l’utente che si collegherà per scoprire lo stato della rete riceverà informazioni molto dettagliate ed organizzate nel miglior modo possibile. L’elemento centrale è il grafico temporale mostrante tutte le segnalazioni pervenute nel corso delle ultime 24 ore, in corrispondenza di eventuali picchi si parlerà di down di rete o di disservizi.

Trovandosi in una simile situazione si potrà comunque aprire la cartina geografica per aiutarsi nella localizzazione della problematica, in modo da capire dove effettivamente sta colpendo (le aree cerchiate in rosso sono le più in difficoltà). Arrivati a questo punto non resta che leggere i commenti dei segnalatori, poco sotto si trova il plugin Facebook per mezzo del quale comprendere le conseguenze della problematica seguita. Le informazioni sono reperibili in maniera completamente gratuita da tutti gli utenti.