WhatsApp: aggiornamento e soddisfazione, ora una grande funzione è finalmente possibile

Nelle giornate precedenti vi abbiamo mostrato come sia facile, con i giusti stratagemmi e le giuste tecniche, entrare in possesso delle conversazioni altrui su WhatsApp. Nonostante la rivoluzionaria funzione della crittografia end-to-end, il problema della sicurezza sulla chat di messaggistica istantanea è ancora all’ordine del giorno. Nelle prossime righe vi mostreremo due trucchi per difendere tutte le proprie discussioni personali.

 

WhatsApp, due trucchi per difendere le proprie chat su iOS ed Android

La strada più semplice per difendere le conversazioni WhatsApp, per ora, è disponibile solo ed esclusivamente sugli iPhone. Chi è in possesso di uno smartphone con sistema operativo iOS può sfruttare a suo vantaggio il nuovo strumento d’accesso tramite Face ID o Touch ID. In pratica, ogni accesso su WhatsApp con la nuova funzione è vincolato al controllo dello scannar facciale o dell’impronta digitale. In questo modo, nessuno sconosciuto né tantomeno un amico spione, potrà avvicinarsi alle nostre conversazioni.

Leggi anche:  SMS resuscitano grazie a Google: Whatsapp e Telegram hanno un rivale

Per ora questo strumento di WhatsApp è disponibile solo sugli iPhone aggiornati. A breve è comunque prevista una simile opzione anche per i dispositivi Android.

In attesa di novità in tal senso, i possessori di un device Android possono affidarsi ad app esterne disponibili sul Play Store come Norton App Lock o ChatLock. Grazie a questo tipo di software è possibile proteggere le chat di WhatsApp con un apposito codice PIN.