WhatsApp: allarme rosso, nuovo metodo legale e gratis per spiare gli utenti

Molte più persone di quanto ci si immagini ha il desiderio nascosto di spiare il profilo WhatsApp di amici e conoscenti. La piattaforma di messaggistica instantanea è parte della nostra vita: per tale ragione, tante informazioni e dati sensibili sono disponibili attraverso di essa. Spiare il profilo di un utente quindi significa spiare la sua quotidianità.

WhatsApp, come scoprire i nomi di quelle persone che ci spiano di nascosto

Negli ultimi mesi inoltre vi è un aggravante. Da tempo, gli account WhatsApp si sono aperti a strumenti tipicamente social come storie, foto profilo e stati. La presenza di tali sezioni ha aumentato ancor di più il desiderio di spiare il prossimo.

Ad oggi visualizzare in anonimato una storia su WhatsApp è molto semplice: basta disattivare le notifiche di lettura attraverso il menù Impostazioni. Se Instagram ha quindi delle regole ferree, la stessa cosa non si può dire della chat.

L’unico modo per scoprire sempre il nome di chi ci osserva è affidarsi al Google Play Store. Sul marketplace Android è possibile scaricare una serie di applicazioni “Tracker”. Questi software hanno un compito ben preciso: tracciare in tempo reale tutte le visualizzazione per le storie, per gli stati e per altri elementi del profilo. La soluzione delle app “Tracker” è attualmente la via più semplice per scoprire chi ci spia.