radiazioni 5G smartphone

Gli smartphone sono nella nostra vita da molto tempo ormai e sono diventati dei fedeli compagni di tutti i giorni e strumenti utili per la nostra quotidianità. C’è da valutarne però bene i rischi e bisogna discutere sulla loro potenziale pericolosità. Alcuni vedono nei device uno strumento altamente pericoloso, altri invece non ne vedono proprio i rischi.

C’è da dire che al momento la correlazione fra le patologie più gravi come forme tumorali e altro e l’uso intensivo degli smartphone, non è stata ancora comprovata. Sicuramene una eccessiva esposizione potrebbe determinare delle modifiche al corpo dell’essere umano nel corso degli anni.

Si parla sempre più spesso delle radiazioni passiva, ma i valori di ogni prodotto sono diversi da device a device. Infatti i nuovi sono potenzialmente più pericolosi anche a causa della grande mole di funzionalità e specifiche.

I valori che determinano la quantità di radiazioni assorbita dal corpo umano in presenza di un dispositivo si definisce SAR (Specific Absorption Rate). Il limite che la UE ha attualmente imposto è di 2 Watt per Kg. Tutti gli smartphone devono sottostare al di sotto di questa soglia, altrimenti non potrebbero vedere la commercializzazione in tutto il continente europeo.

Leggi anche:  Radiazioni smartphone: cosa sappiamo sui modelli pericolosi

La lista dei dispositivi pericolosi

Il German Federal Office for Radiation Protection ha realizzato una lista di quali smartphone sono dannosi a causa del variabile valore SAR. Fra quelli meno pericolosi spicca il Moto G7 con 0,45 Watt per Kg al primo posto, seguito da campioni come i Note 9, S8 e J4+ di Samsung, molti LG come V30, V40, G6, G7 e ZTE, leader nelle infrastrutture e negli smartphone low cost.Samsung Galaxy Note 9 (Exynos) – 0,381 W/kg.

Salendo nella classifica, verso metà, troviamo molti Huawei come il P10, Mate 20 Pro, Mate 10 Pro, P Smart 2019, qualche Nokia, vari iPhone come il 7 e l’8, e parecchi Xiaomi: dal Mi8 Pro al Mi A2 Lite.

Fra i più pericolosi invece troviamo al primo posto lo Xiaomi Mi A1 con un valore terribile: parliamo di ben 1,75 Watt per Kg. Seguono sotto di lui molti Google come il Pixel 2 e il 3 XL. Ma non solo: anche vari Xiaomi come il Mi Mix 3, due OnePlus e qualche device Honor.