WhatsApp: un nuovo metodo per entrare da invisibili e di non aggiornare l'ultimo accesso

Uno dei desideri più perversi di molti utenti WhatsApp è spiare le conversazioni dei propri amici. Ora per semplice curiosità, ora per convenienza personale, entrare in possesso delle  conversazioni altrui è un qualcosa di molto allettante.

 

WhatsApp, basta un semplice bug per spiare tutti i propri amici

Gli sviluppatori hanno garantito agli utenti sempre più strumenti di garanzia per la protezione delle chat. Con la crittografia end-to-end con quello che sarà il futuro sistema di accesso che prevede il Touch ID, le conversazioni in via teorica dovrebbero essere immuni da tentativi di spionaggio. Però, finché WhatsApp non eliminerà un suo bug, nessuno sarà al sicuro.

Ancora una volta, grazie all’ausilio di WhatsApp Web, ogni persona ha la facoltà di spiare – addirittura in tempo reale – tutte le chat dei conoscenti. Per farlo è necessario avere  (anche per pochi secondi) il possesso dello smartphone altrui. A questo punto, sarà semplicemente necessario associare il profilo WhatsApp dello smartphone ad un proprio dispositivo fisso.

Ancora una volta, a causa dell’estensione desktop, WhatsApp mostra a tutto il suo grande pubblico una ferita aperta. Sono molti in tal senso le segnalazioni inviate agli sviluppatori. Una via d’uscita da questo problema sarebbe l’introduzione di strumenti di riconoscimento più consistenti per quanto concerne l’associazione dei profili smartphone/pc.