TIM

Il dibattito tra TIM e le associazioni dei consumatori continua ad essere di stretta attualità nel corso di questi giorni. La causa del contendere risale agli anni 2016/2017, il periodo in cui – molti se lo ricorderanno – sono state introdotte le bollette ogni quattro settimane.

TIM garantisce sei mesi di servizi gratuiti come compensazione agli aumenti del passato

La storia dei pagamenti ogni 28 giorni è stata relativamente breve. Dopo l’intervento diretto del Governo, le bollette a quattro settimane sono state eliminate ed inoltre il TAR ha intimato a tutti i gestori di rimborsare quegli abbonati di telefonia fissa che hanno subito dei rincari sui loro contratti.

Leggi anche:  TIM, Wind Tre, Vodafone o Iliad: chi offre la miglior copertura?

Anche grazie all’intervento del Consiglio di Stato, ora TIM sta cercando di percorrere la via della conciliazione. Come chiaramente indicato in un suo comunicato, il gestore ha una proposta per farsi perdonare le bollette a quattro settimane.

Gli utenti TIM potranno scegliere sei mesi a costo zero per uno dei suoi servizi aggiuntivi. I servizi messi a disposizioni dalla compagnia sono i seguenti: TIMvision, Chi è, Extra Voice, Voce Internazionale e Maxi Speed.

Il comunicato ufficiale di TIM, comunque, sottolinea alcuni punti importanti. In tal senso, dobbiamo ricordare che gli utenti che accettando l’offerta di TIM rinunceranno ad ulteriori rivalse per gli aumenti del 2016 e del 2017.