eclissi di luna

Siamo finalmente prossimi alla data del 16 luglio che ci permetterà di assistere allo spettacolo dell’eclissi di Luna. In concomitanza di una manciata di giorni più avanti, poi, ricorre il cinquantennale della missione Apollo 11 che effettuò l’allunaggio.

Se avrete con voi un binocolo, quel giorno vi sarà possibile notare diversi particolaari dell’eclissi di Luna, mentre al telescopio si potranno gustare tutti i dettagli più belli e le immagini nitide di Giove e Saturno giunti al loro massimo dalla Terra.

Dunque, l’appuntamento tra la notte del 16 e quella del 17 luglio avrà il suo picco verso le 22:30 circa. Ne frattempo per chi vuole prendere nota dei prossimi appuntamenti con la Luna, ricordiamo che la rivedremo in eclissi parziale nel 2023, poi in eclissi totale nel 2025 e ancora parziale nell’agosto del 2026.

 

Eclissi di Luna: le ultime novità sull’evento visibile dall’Italia

Se volete catturare l’evento basterà una fotocamera digitale compatta, meglio se avete una camera reflex dotata di teleobiettivo con focale sui 200mm. In questo modo potrete evidenziare scatto dopo scatto l’ombra terrestre a copertura della Luna. Per una resa ottimale, consigliamo inoltre di mantenere le impostazioni ISO nel range 100-400, con diaframma completamente aperto e tempi di esposizione armonizzati.

Leggi anche:  Eclissi di Luna: si avvicina l'evento, ecco come vederla in Italia

Se invece siete appassionati di eclissi solari, purtroppo dovrete attendere il mese di giugno del 2020 per averne almeno una anulare, fenomeno che si ripeterà nel 2021. Ma sul calendario futuro si dovranno cerchiare di rosso quelli che sono i due grandi fenomeni di eclisse totale, ovvero quella dell’agosto 2026 e quella dell’agosto del 2027.

Da più parti si aspetta sono quegli eventi, mentre gli appassionati l’hanno già ribattezzata eclissi del millennio.