vecchi cellulari

Se avete dimenticato dei vecchi cellulari in un cassetto, beh è ora che li rispolveriate perché alcuni di questi modelli potrebbero valere una fortuna. E non si parla solo di quelli introvabili in edizione limitata, ma anche di alcuni device ritenuti di poco valore che ora sono ricercatissimi.

Il prezzoelevato dipende soprattutto se il telefono è in perfette condizioni ed è funzionante al 100%. Con l’innovazione e lo sfarzo degli smartphone moderni, si è infatti creata una sorta di controcultura che predilige i vecchi telefoni. Strumenti in controtendenza con gli standard attuali, piccoli e compatti, con giorni e giorni di autonomia ma nessuna connessione ad Internet. Come sempre, i social stanno alimentando questa cultura retrò sia per vezzo che per motivi più concreti: tra gli acquirenti troviamo infatti politici in cerca di riservatezza.

Vecchi Cellulari: i 5 modelli che valgono una fortuna

Tra i modelli più ricercati dai collezionisti c’è Nokia 3310, ovvero il cellulare che tutti prima o poi hanno avuto tra le mani grazie alla sua robustezza, al costo basso e al design. Normalmente lo potreste trovare a non più di 30-40 euro ma, se lo si possiede immacolato, il suo prezzo può lievitare fino a 300 euro.

Passiamo poi all’iconico Ericsson T28, ovvero il super cellulare compatto con lo sportellino flip attivo e tastierino numerico. Forse non tutti sanno che fu il primo telefono a montare una batteria agli ioni di litio. Ebbene, se lo avete in condizioni perfette, può fruttarvi anche qualche centinaio di euro.

Tra i pezzi più agognati troviamo due device che in pochi ricordano: si tratta del Nokia Mobira Senator e del Motorola DynaTAC 8000x. Il primo fu lanciato nel 1981, ma era più una valigetta portatile o un ferma porta piuttosto che un telefono: tuttavia vale 1.000 euro. Stesso valore per il DynaTAC, immesso sul mercato nel 1984 in soli 30 mila esemplari, è apparso in moltissimi film e serie TV.

In questa speciale classifica conquista un posto d’onore anche Apple iPhone 2G del 2007, il quale che può valere fino a 1.000 euro. Infine, chiudiamo con i due modelli che hanno raggiunto le cifre più alte mai battute all’asta: Ericsson T10, i cui proprietari hanno ottenuto dai 1.900 ai 2.000 euro,HTC Dream G1. Il primo smartphone a montare un OS Android è il cellulare maggiormente di culto, e alle aste ha raggiunto anche i 2.500 euro!