IPTV: perché bisogna annullare subito gli abbonamenti per Sky Gratis

Trovarsi in regola con i canoni della legge è una cosa necessaria e soprattutto normale, o quantomeno dovrebbe essere tale. Gli utenti però spesso dimenticano le regole basilari e si affidano a soluzioni esterne dal valore morale abbastanza deprecabile come l’IPTV.

Questo servizio che in tanti hanno scoperto negli ultimi anni permette di avere a disposizione le migliori piattaforme Pay TV con pochi euro mensili. Il tutto sembra davvero stupendo, certo, se non fosse per il fatto che si tratta di un servizio pirata e quindi illegale. A farne le spese sono le aziende come Sky, DAZN o Premium che si vedono defraudate dei loro flussi video ogni giorno. (Per le migliori offerte anche sui decoder Android, ecco il nostro canale Telegram dedicato ad Amazon. Clicca qui per entrare subito).

Leggi anche:  IPTV: è tornato il pezzotto, dopo pochi giorni Sky gratis è di nuovo online

 

IPTV: gli utenti sono felicissimi del risparmio ottenuto ma non sanno che potrebbero finire presto nei guai con la legge

Grazie ad un ampio passaparola, gli utenti hanno potuto conoscere l’IPTV rapidamente portando a casa un abbonamento. Il prezzo è sempre lo stesso: 10 euro al mese e secondo quanto riferito da alcune testimonianze, nel caso in cui venisse sottoscritto un accordo di più mesi, il compenso potrebbe anche calare ulteriormente.

Questo ha reso dunque possibile che anche chi ha sempre rispettato la legge, decidesse improvvisamente di infischiarsene. L’IPTV permette di vedere tutto tramite internet, ma visto l’intensificarsi della task force, vi converrebbe cancellare il vostro abbonamento. Potreste infatti beccarvi una multa da migliaia di euro senza che neanche ve ne accorgiate.