fisco nuovi controlli

I clienti che posseggono un conto corrente presso le banche italiane o presso un Istituto di Credito Postale dovranno aspettarsi dei controlli da parte del Fisco e dell’Agenzia delle Entrate. Mediante il risparmiometro si potrà verificare lo status finanziario di intere famiglie, il tutto al fine di prevenire e combattere l’evasione fiscale.

Il governo ha dichiarato guerra a tutti i furbetti che evadono le tasse o a chi lavora in nero. Verranno effettuati controlli su tutte le spese fatte con la carta e i guadagni percepiti sul proprio conto. L’acquisto di un immobile o di un’autovettura, ma non solo: le spese per il cibo, la salute, il vestiario e la tecnologia saranno poste al vaglio dell’Agenzia delle Entrate che le analizzerà in base ai guadagni percepiti. Qualora fra i due valori ci dovesse essere un GAP superiore al 20%, scatteranno i controlli da parte del Fisco e della Guardia di Finanza.

Leggi anche:  Fisco e Agenzia delle entrate: nuovi controlli su Unicredit, SanPaolo e BNL

Il problema principale per lo Stato: l’evasione fiscale

Il Fisco vuole combattere tutti gli evasori e chi lavora senza un regolare contratto. Di fatto molto spesso si sentono pratiche da parte di aziende o liberi professionisti, del tipo “Facciamo fra di noi? Con fattura ti viene 200, senza ti viene 150“, e molto altro ancora.

Lo Stato analizzando le spese dell’intero nucleo familiare e i guadagni di ogni componente della famiglia, compresi i figli studenti e/o nullatenenti, stanerà tutti coloro che conducono uno stile di vita superiore alle entrate percepite. Quello sarà il chiaro simbolo di un’incongruenza e pertanto di verifiche fiscali da parte della GdF.