Ne esistono di ogni tipo e riescono a svuotarti il credito telefonico in men che non si dica: sono i fastidiosi servizi a pagamento non richiesti, abbonamenti settimanali che vengono attivati ad insaputa degli utenti.

Spesso, questi servizi vengono attivati mentre si naviga in Internet dallo smartphone, soprattutto se appoggiati alla propria rete dati, quando si è fuori casa ad esempio. Basta anche solo sfiorare accidentalmente un banner pubblicitario o una finestra pop-up per far scattare la sottoscrizione ai servizi più disparati. Notizie, ricette, oroscopo, sfondi, suonerie, giochi online, contenuti per adulti e chi più ne ha più ne metta… questi abbonamenti riescono a spillarti anche cinque euro a settimana senza che te ne renda conto, se non quando è ormai troppo tardi.

Cosa fare in caso di attivazione non richiesta di un servizio a pagamento?

Anzitutto, piccoli consigli per evitare che venga attivato un servizio a pagamento sulla tua SIM dati: per quanto possibile, cerca sempre di evitare di cliccare sui banner pubblicitari e sulle finestre pop-up (ciò risulta essere molto più semplice se si attiva la navigazione in modalità Desktop, dal momento in cui questa offre una visuale completa dell’intera pagina Web); in secondo luogo, tieni sempre il credito residuo sotto controllo, e se noti un addebito sospetto allora contatta il tuo operatore e chiedi informazioni a riguardo.

Leggi anche:  Sim Clonate: truffa ai danni di Tim, Wind, Tre e Vodafone ULTIMA ORA

Nel caso in cui ti sia stato attivato un servizio a pagamento non richiesto, puoi richiederne la disattivazione rivolgendoti direttamente al tuo operatore, chiedendo anche la restituzione di quanto sottratto. Infine, per evitare che ciò accada nuovamente in futuro, puoi chiedere al tuo operatore telefonico di attivare il blocco automatico di tutti i servizi a pagamento.