truffe telefoniche e bloccare telefonate call center

Nuove truffe si impadroniscono dei call center, i quali provocano molto disagio agli utenti che ricevono chiamate e proposte commerciali a tutte le ore del giorno.  Con l’arrivo della bella stagione le offerte di telemarketing sembrano essere aumentate a dismisura offrendo ai consumatori delle  modalità di risparmio e nuovi contratti imperdibili. Purtroppo, però, esistono anche quei call center fittizi che operano in modo illegale e, al fine di fare qualche attivazione,  truffano gli utenti meno esperti.

Call center: la truffa del sì torna a spaventare gli utenti

Il lupo perde il pelo ma non il vizio, ormai questo detto si ripete da diverso tempo ma ogni giorno che passa diventa sempre più idoneo per descrivere I call center. La famigerata “truffa del sì” è molto vecchia ma nonostante questo viene ancora utilizzata e miete ancora delle vittime. In cosa consiste? Beh in una serie di chiamate che puntano a far dire un semplice sì all’utente per poi utilizzare questa affermazione in un abile fase di montaggio.

Leggi anche:  Addio Call center: ecco come Googe blocca Tim, Wind, Tre e Vodafone

Alla fine dei giochi, in poche parole, l’utente che ha ricevuto la chiamata si ritroverà con nuove attivazioni a suo carico senza aver dato mai consenso. Questo poiché dopo il montaggio sopracitato, gli operatori faranno in modo che il soggetto abbia risposto di sì ad una domanda come: “desidera attivare questo contratto?” ma  in realtà non è mai successo.

A tal proposito bisogna stare molto attenti poiché una volta ricevuta la prima bolletta a casa, effettuare la relativa disdetta del contratto porterà l’utente a pagare delle penali e a spendere, quindi, altri soldi inutilmente.