Twitter

Il social network Twitter, probabilmente per proteggere la privacy dei propri utenti, ha deciso di eliminare una funzione tanto amata da molti ma poco utilizzata da altri. Ecco così che arriva la decisione della piattaforma di eliminarla del tutto.

I problemi sulla privacy sono ormai diventati un tasto dolente per tutte le piattaforme come Twitter, Instagram ed in particolar modo per Facebook, che ancora oggi sta scontando le conseguenze dello scandalo Cambridge Analytica.

 

Twitter: addio geolocalizzazione

Ebbene sì, la piattaforma dell’uccellino ha deciso di eliminare la possibilità di taggare la posizione all’interno di un tweet. Ad annunciarlo è stato l’account di supporto del social network proprio con un tweet. In questo post viene spiegato che tale funzionalità verrà rimossa semplificando così l’esperienza degli utenti.

Leggi anche:  Facebook nuovamente in guerra con Snapchat, ecco il motivo

Ecco il messaggio: “La maggior parte delle persone non codifica la loro posizione precisa in Tweets, quindi stiamo rimuovendo questa funzionalità per semplificare l’esperienza di Tweeting. Potrai ancora taggare la tua posizione precisa in Tweets tramite la nostra fotocamera aggiornata. È utile quando si condividono momenti“.

Come avrete intuito dalla comunicazione, la geolocalizzazione rimarrà attiva sui caricamenti delle immagini catturate con la fotocamera aggiornata della piattaforma. Endgadget ha spiegato come il tag della posizione sia stato molte volte al centro di discussioni. Il processo di eliminazione del geotag, come spiegato da un portavoce, sarà graduale di conseguenza potreste non trovarlo più da un giorno all’altro. Molto probabilmente la funzione mancherà a pochi utenti, che purtroppo dovranno farsene una ragione.