disservizidisservizi degli operatori telefonici sono situazioni con cui tutti noi non vorremmo mai avere a che fare, ma che purtroppo tocca sopportare o cercare di ovviare nel più breve tempo possibile. Grazie a Downdetector le difficoltà sono in parte alleviate, ma con alcune importanti considerazioni preliminari.

Onde evitare equivoci o valutazioni errate, è bene ricordare che il sistema che andremo a descrivere non aiuterà mai a risolvere la problematica, la risoluzione dei disservizi è interamente tra le mani dell’operatore telefonico e di nessun altro. Con le segnalazioni registrate da Downdetector è possibile capire la localizzazione, le conseguenze ed il numero di persone coinvolte.

 

Disservizi: quali dati mostra Downdetector?

L’utente che decide di collegarsi a Downdetector per ricevere informazioni in merito a disservizi può comunque spulciare 3 differenti tipologie di dati.

  • Commenti dei segnalatori: grazie al plugin Facebook, integrato di default in tutte le pagine, si leggeranno i commenti di chi ha inviato il feedback, in modo da capire nel dettaglio anche le conseguenze del down.
  • Geolocalizzazione delle difficoltà: sfruttando il geotagging di smartphone e dispositivi mobile, il sistema è in grado di realizzare una cartina geografica mostrante tutte le aree più colpite.
  • Numero di segnalazioni: viene creato un grafico temporale con tutti i feedback ricevuti nel corso delle ultime 24 ore organizzati di ora in ora, con disservizi in prossimità dei picchi.
Leggi anche:  Disservizi: continui problemi per gli utenti di Wind, TIM, Vodafone e Iliad

Tutte le informazioni qui descritte sono fruibili in maniera totalmente gratuita ed indipendente dal mezzo utilizzato per la connessione, sia esso smartphone, tablet, notebook o quant’altro. Downdetector non presenta alcun legame con le aziende citate nell’articolo.