formula e

La Formula E, la prima serie mondiale di corse interamente elettriche, ha svelato la macchina da corsa che si esibirà nel suo nuovo sport “fratello”, La “Extreme E.”

La nuova Dubbed Odyssey 21, il SUV completamente elettrico sarà il veicolo di punta, e ha già fatto il suo debutto al Goodwood Festival di velocità nel Regno Unito questo fine settimana. Ha corso sulla famosa collina di Goodwood, e anche se è ancora solo un prototipo, una cosa è chiara: è un veicolo unico.

Le ruote da sole misurano 940 mm (37 pollici!) di diametro, secondo gli organizzatori di Extreme E. Il corpo del SUV misura 2,3 metri (7,5 piedi) di larghezza, 1,9 metri (6,2 piedi) di altezza, 4,4 metri (14,4 piedi) di lunghezza, e il tutto pesa ben 1.650 chilogrammi (3.638 libbre).

 

L’estetica non è tutto

Eppure questo grande veicolo può ancora andare da 0 a 100 chilometri all’ora (da 0 a 62 miglia all’ora) in 4,5 secondi, anche su terreni ripidi. Questo grazie a una potenza totale di 400 kW (550 CV), azionata daimotori posizionati su ciascuna ruota.

La serie Extreme E inizierà a mettere alla prova il prototipo Odyssey 21 a settembre, e il costruttore francese Spark Racing Technology consegnerà 12 versioni finali della macchina da corsa a marzo 2020.

L’uscita di Extreme E è prevista per l’inizio del 2021. L’obiettivo della serie, creata dal fondatore della Formula E Alejandro Agag, è di correre in luoghi remoti con “ecosistemi fragili” per “evidenziare l’impatto dei cambiamenti climatici”, oltre a promuovere la tecnologia dei veicoli elettrici. La serie sta ancora lavorando su come tutto questo accadrà, anche se ha appena firmato un accordo radiofonico pluriennale con Fox Sports. Ciò che è chiaro è che, se i veicoli finali assomigliano al primo prototipo, Extreme E sarà una serie di gare piene di veicoli elettrici grandi e anche molto veloci.