fisco bankitalia controlli sui conti correnti

La truffa dei diamanti è una pratica al limite del legale che gli utenti di Intesa Sanpaolo, Unicredit e BPM conoscono molto bene. Tale “frode“, se così vogliamo chiamarla” ha azzerato e prosciugato i conti di numerosi clienti.

Le azioni “truffaldine” sembra che siano partite da IDB e DPI, ricadute poi sugli investitori. Sembra infatti che per tale affare abbia fruttato 700 milioni di Euro. Al momento le forze dell’ordine indagano e i clienti attendono con trepidante attesa il loro rimborso.

I clienti Sanpaolo, Unicredit e BPM e i loro conti prosciugati

La Guardia di Finanza sta svolgendo le indagini per cercar di portare nelle casse dei clienti il rimborso che gli spetta. Le due aziende sopracitate sono sull’orlo della bancarotta, mentre la Procura ha dichiarato la responsabilità amministrativa per le le banche italiane.

Il programma TV “Report” aveva segnalato l’inesatta sopravvalutazione dei diamanti già qualche mese fa. Di fatto molte persone non hanno osservato con attenzione il prodotto quando hanno acquistato diamanti ad un prezzo spropositato rispetto al loro valore. Molte persone hanno deciso di investirci tutti i loro soldi in preda ad un ingordo senso di guadagno, rivelatosi poi un flop se non una vera e propria “truffa bancaria“.

Leggi anche:  UniCredit, Bpm e Sanpaolo: le ultime notizie sulle truffe dei conti correnti

I clienti si sono trovati presi in giro e tra questi troviamo anche volti noti della moda e dello showbusiness italiano. Le autorità competenti hanno garantito che elargiranno dei rimborsi nel breve periodo, sebbene non ci sia ancora una data ufficiale. Speriamo che questa storia insegni a chi è caduto vittima di tale truffa, a non fidarsi mai ciecamente degli affari che sembrano essere “troppo belli per essere veri“. Vi invitiamo ad assumere sempre tutto con prudenza per evitare di incappare in truffe e situazioni spiacevoli.