nuova app vince WhatsappChe cosa ci direste se vi parlassimo di una nuova app in grado di avere le stesse funzioni di Whatsapp, Telegram e Messenger ma che non richiede connessione per funzionare? Esatto, non c’è alcun errore di battitura. Stiamo discutendo di soluzioni per la messaggistica in assenza di WiFi o 4G e con le medesime opzioni delle app per la messaggistica più conosciute.

In questo importante frangente storico si parla della cosiddetta rivoluzione dei messaggi Google resa possibile dall’arrivo degli SMS v2.0. Riprendono le caratteristiche delle piattaforme più blasonate mantenendo inalterate i propri caratteri iniziali.

Dopo il recente down Whatsapp gli utenti si sono trovati spiazzati di fronte al blocco delle chat ed alla mancata possibilità di poter visualizzare e condividere contenuti multimediali e documenti. Con la nuova app messaggi tutti i problemi si risolvono, per un sistema che non sbaglia mai un colpo.

 

SMS 2.0: la nuova app fa dimenticare Whatsapp

Si può parlare di una versione alternativa a Whatsapp per la nuova revisione tecnica dei messaggi da 160 caratteri. Saranno più moderni ma senza modifiche di sorta alle solide basi riconosciute ormai da anni dal pubblico che è attivo nell’emisfero mobile.

Leggi anche:  WhatsApp, ecco il metodo per cancellare le odiate spunte blu dalla chat

Punti a favore di questa tecnologia storica sono la rete GSM ed una app universale che non decade man mano che vengono rilasciati aggiornamenti. Nel primo caso in vantaggio si ripercuote in maniera diretta sull’esperienza di utilizzo. Difatti, la copertura del network di seconda generazione è del 100% ovunque. Ciò garantisce che il messaggi venga inviato e ricevuto sempre e comunque in breve tempo. La seconda caratteristica, invece, garantisce l’uso sui terminali più vecchi senza scadenze.

Per questi motivi, e per il fatto di offrire i suoi servizi senza connessione, gli SMS restano e resteranno ancora il metodo di comunicazione preferito da una larga fascia di utenti. Al momento li usano le aziende e le associazioni commerciali singole e private che vogliono garantirsi un sistema di emergenza sempre attivo per la sicurezza e le informazioni.

Tanto importanti che Vodafone, TIM, Iliad, Wind, Tre e gli MVNO continuano ad offrirli integrati alle nuove offerte o come opzione separata da aggiungere con una modica spesa mensile da sommare al costo iniziale della tariffa scelta. Tu li usi ancora?