Secondo uno dei più grandi siti di informazione sulla classificazione della Russia, Avito Operation Services, Huawei è al quarto posto nel mercato degli smartphone russi. In realtà, è il quarto marchio più venduto in Russia. Questa classifica è per la prima metà del 2019. È abbastanza interessante perché, nonostante il divieto da parte degli Stati Uniti, Huawei ha fatto comunque bene.

Secondo il rapporto, il produttore americano, Apple, è in testa alla classifica con il 43,5% delle vendite totali nel primo trimestre del 2019. Il produttore sudcoreano Samsung è al secondo posto con il 17,6%. Produttori cinesi, Xiaomi e Huawei occupano rispettivamente il terzo e il quarto posto con l’8,7% e il 7% delle vendite totali, mentre Nokia occupa il quinto posto, pari al 2,8%.

Huawei continua le sue vendite, Apple in testa

Inoltre, rapporti precedenti mostrano che “la quota di telefonia mobile di Huawei in Russia è aumentata al 28,5% a maggio, al secondo posto, dietro il 34,2% di Samsung”, che è in linea con il fatto che le vendite di telefoni cellulari di Huawei sono salite di due posizioni nella prima metà dell’anno. Infine, Avito ha anche sottolineato che “nella prima metà del 2019, i russi hanno acquistato 1,01 milioni di telefoni cellulari sul sito web, con un aumento del 12,5% su base annua; il prezzo medio non è cambiato, mantenendo il livello di 10,
300 rubli ($ 163). ”

Leggi anche:  iPhone 12 Pro, il design potrebbe essere simile a iPhone 4

In precedenza, gli smartphone cinesi erano principalmente prodotti entry-level. Tuttavia, nel gennaio-maggio 2019, i telefoni cellulari cinesi tra 30.000 e 40.000 rubli (circa $ 475 – $ 633) sono cresciuti più velocemente in Russia. Ciò indica che gli OEM cinesi hanno ora una buona fetta del mercato degli smartphone russi.

Tuttavia, in pochi anni, la Cina è riuscita a migliorare la durata dei suoi prodotti mantenendo prezzi bassi. Questo gioca un ruolo importante nelle prestazioni dei prodotti cinesi in tutto il mondo e non sono così deboli come un tempo. Molti acquirenti ora cercano gli smartphone cinesi.