eclissi lunare

La sera del 16 luglio 2019 festeggeremo i 50 anni dal lancio della missione Apollo 11 alla conquista del nostro satellite con un’eclissi lunare parziale che sarà ben visibile dall’Italia. Il cono d’ombra imposto dalla Terra frapposta al Sole coprirà la Luna per circa due terzi, e l’evento inizierà circa alle 18.42 per raggiungere il suo picco tra le 22 e le 22.30.

L’eclissi lunare potremo gustarla senza bisogno di alcun filtro per gli occhi, a differenza di quelle solari, ma sarebbe opportuno allontanarsi dai centri cittadini più illuminati alla ricerca di luoghi molto bui e posti in alto.

 

Eclissi lunare 16 luglio 2019: ecco tutte le novità sull’evento

Se siete impazienti di vedere l’evento, nell’attesa dell’eclissi lunare potete puntare il naso verso Saturno già da martedì 9 luglio, poiché “il pianeta si troverà nelle condizioni ideali per l’osservazione, raggiungendo il massimo intervallo di visibilità, la massima luminosità e la minima distanza dalla Terra. Un’opportunità da non perdere per osservare con il telescopio gli splendidi anelli che lo circondano“, come sottolinea l’Unione Astrofili Italiani.

Anche Giove risulterà altrettanto ben visibile, e per questo la UAI consiglia di dedicarsi alle osservazioni dei cieli nelle notti del 12 e 13 luglio, sostenendo che “con un buon telescopio si potrà osservare anche Plutone nelle condizioni migliori, dato che sarà all’opposizione il 14 luglio“.

Non dimentichiamo poi che quest’anno cade il cinquantennale della missione Apollo 11 e, per l’occasione, l’Istituto Nazionale di Astrofisica ha in programma numerosi eventi per appassionare il pubblico ai temi scientifici. Inoltre, ci saranno eventi nelle città di Milano, Torino, Bologna, Padova e altre, per cui consigliamo di visitare i siti dei vari comuni alla ricerca dei programmi.