Una nuova connessione Wi-Fi andrà a coprire la maggior parte delle piazze italiane. Da qui il suo nome: si tratta di Piazza Wi-Fi Italia ed è una nuova rete, pensata dal Mise e dal Mibact, il cui obiettivo è dare un impulso allo sviluppo culturale specialmente nei comuni meno avanzati tecnologicamente.

Piazza Wi-Fi Italia: arriva la connessione gratuita in tutti i comuni

Il progetto, nella sua realizzazione, privilegerà i comuni con un numero di abitanti inferiore a 2000. Ma ancor di più, sono inseriti già di default quei comuni di Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche che nel 2016 sono stati vittima delle scosse di terremoto durante il sisma. Questi 138 comuni, infatti, non dovranno presentare alcuna richiesta di adesione al progetto, a differenza delle altre amministrazioni comunali che dovranno esprimere esplicito interesse. L’inserimento nella rete sarà quindi subordinato alla compilazione e all’invio dell’apposita domanda telematica presente sul sito wifi.italia.it.

Lo stanziamento iniziale di 8 milioni, che sarebbe riuscito a far fronte esclusivamente alle esigenze dei 138 comuni colpiti dal sisma, è stato poi ampliato da un’aggiunta di altri 45 milioni di euro. In questa maniera, si potrà provvedere a fornire una rete Wi-Fi gratuita, per mezzo di alcuni hotspot, in più di 7900 comuni italiani. Privilegiando, come già detto, i comuni al di sotto dei 2000 abitanti.

Leggi anche:  WiFi Gratis in Italia: addio al 3G e 4G di Tim, Wind, Tre e Vodafone

Il progetto, che ha visto la firma del ministro Di Maio lo scorso 23 gennaio, sarà reso possibile grazie ad un adeguamento infrastrutturale e una consona gestione da parte di Infratel Italia, una società in-house del Mise, che si occuperà di questi aspetti logistici.

La connessione alla rete sarà possibile tramite un’app dedicata, Wifi°Italia°it, già presente sugli store principali. Dopo il primo login, il dispositivo si connetterà in automatico ogni volta che si troverà in prossimità di un hotspot incluso nel progetto.