disserviziIn rete pochi forse sanno che esiste un sistema in grado di registrare i disservizi degli operatori, come Vodafone, TIM, Wind, 3 Italia e Iliad, e di tutti i fornitori di servizi italiani/mondiali. Il suo nome è Downdetector ed è completamente gratuito, nonché accessibile indistintamente dal dispositivo utilizzato per l’accesso.

Per capirne al meglio le potenzialità partiamo innanzitutto dal modo in cui vengono effettivamente raccolti i dati; tutto ruota attorno alle segnalazioni che gli utenti decidono di inviare tramite la pressione del pulsante “ho un problema con…” nella pagina ufficiale dell’azienda desiderata (sempre su Downdetector). Grazie al contributo della community, quindi, il sistema registra le informazioni e, una volta raggiunto un limite temporale cambierà lo stato della rete in offline.

 

Down e disservizi: grazie a Downdetector tutto è più facile

Il discorso è differente nel caso in cui vi collegaste al sito per cercare di ricevere informazioni in merito allo stato del proprio operatore telefonico; in una simile eventualità verrete posti di fronte a 3 differenti tipologie di informazioni.

Leggi anche:  SIM fuori uso: ecco i down della rete di TIM, Wind, Tre e Vodafone

La più importante viene mostrata nella parte alta della pagina, e consiste in un grafico temporale mostrante il numero di segnalazioni pervenute nel corso delle ultime 24 ore organizzate di ora in ora. E’ utile sopratutto per scoprire eventuali picchi di feedback nel breve periodo, significanti un disservizio o un down.

Scorrendo sulla destra si incrocia la mappa con la quale capire dove i disservizi stanno colpendo, grazie alla geolocalizzazione dei segnalatori. Più in basso invece si troverà un plugin Facebook con tutti i dettagli in merito alle possibile conseguenze della problematica.