Galateophone è un’iniziativa che mira a farci disintossicare dall’uso smodato dello smartphone. Trend Radar di Samsung, tramite uno studio con metodologia WOA (Web Opinion Analysis), ha analizzato l’uso dello smartphone con un campione di 1.500 giovani tra i 25 e i 35 anni, rilevando un aumento delle abitudini malsane che adottiamo ormai anche in vacanza.

Lo smartphone, secondo le indagini di Samsung, è il compagno di viaggio prescelto dall’88% dei Millennials durante le vacanze. Subito dopo troviamo il tablet (55%) e l’e-Reader (44%). Le motivazioni variano. C’è chi lo porta con sé per informarsi sulle notizie di tutto il mondo (85%), chi porta lo smartphone per le svariate app utilizzabili durante un viaggio (71%), oppure per scattare delle foto e dei video (65%), infine per restare in contatto con la famiglia (59%). La maggior parte, ossia l’85% dei giovani usano lo smartphone in vacanza per consultare i social network. Mentre, il 77% lo usano per effettuare telefonate e il 58% per ascoltare musica. Almeno un Millennial lo usa anche sei ore al giorno. Il 25% persino 8 ore.

Tuttavia, nonostante questi dati poco positivi, almeno in vacanza, quasi la metà ne limita l’uso. C’è chi usa poco il proprio smartphone proprio per staccarsi dal resto del mondo e godersi la propria vacanza (68%) o chi ha paura di rovinarlo (61%) o a causa della rete non funzionante (55%). C’è anche il 51% che dichiara di utilizzarlo di meno per non disturbare gli altri o il 47% che lo porta con sé solo per non dimenticarlo altrove. Solo il 19% decide di metterlo in modalità aerea o spegnerlo del tutto.

Leggi anche:  Samsung: rilasciato aggiornamento di sicurezza per tre dispositivi

Secondo i Millennials del sondaggio, il Galateophone deve attenersi a cinque regole principali

1) Non utilizzare suonerie di nessun genere e per nessun motivo.
2) Prediligere gli auricolari.
3) Musica o video a tutto volume solo dopo il tramonto.
4) Rilassarsi e godersi i momenti senza stare sempre con lo smartphone.
5) Evitare le videochiamate per non disturbare la gente accanto erroneamente ripresa.

Sempre secondo il Trend Radar di Samsung, il 68% delle donne sono ossessionate con il cellulare mentre sono in spiaggia, contro il 38% degli uomini. Le paure principali invece sono che lo smartphone possa surriscaldarsi, scaricarsi, bagnarsi, rovinarsi con la sabbia o perdersi. Mentre le attività predilette sono scattare foto, soprattutto sul bagnasciuga, ma anche sul lettino o in acqua (12%). Molti chattano con gli amici o scattano selfie, altri ricercano ristoranti da provare o ascoltano la musica.