social network

Nelle ultime ore, il co fondatore di Wikipedia, Larry Sanger, ha lanciato uno sciopero dei social network di due giorni, precisamente domani 4 e venerdì 5 luglio 2019. Ad annunciarlo è stato proprio lui stesso attraverso il proprio profilo ufficiale Twitter.

Sanger ha incitato tutto il popolo del web a scioperare al fine di ottenere un sistema decentralizzato che riguarda la privacy, e non più un sistema in mano a pochi soggetti. Scopriamo tutti i dettagli.

 

Sciopero dei social network per due giorni

La Dichiarazione di indipendenza digitale di Sanger recita: “L’umanità è stata usata con disprezzo dai vasti imperi digitali. Quindi è ora necessario sostituire questi imperi con reti decentralizzate di individui indipendenti, come nei primi decenni di internet”. Quest’ultimo si è rivolto a: “tutte quelle persone con delle rimostranze da fare nei confronti dei social media” con l’intento di “domandare che le giganti e manipolative corporation ci restituiscano il controllo sui nostri dati, sulla privacy e sulle esperienze“.

Chiunque volesse partecipare a questo sciopero, non deve fare altro che disconnettersi completamente da tutti i social installati sul proprio smartphone durante i giorni di giovedì 4 e venerdì 5 luglio 2019. L’idea del co fondatore della piattaforma d’informazioni è quella di portare i social media a lavorare “come fanno i siti web o i servizi di posta elettronica”.

Sanger ha anche promesso, all’interno della Dichiarazione di indipendenza digitale, di fare tutto il possibile per cercare di creare reti sociali decentralizzate. Ha quindi invitato tutti gli utenti a sostenere questa causa, che potrebbe migliorare moltissimo il rispetto che le piattaforme hanno della nostra privacy.