RAI esenzione canone

Il Canone Rai è sempre stata considerata un’imposta fastidiosa da pagare e numerosi consumatori non sostenevano il suo costo fino a qualche anno fa; se riuscivano ad evitarla era perché arrivava direttamente con Poste Italiane come una bolletta singola. Da quasi tre anni invece, lo Stato ha deciso di inserirla direttamente nella bolletta dell’energia elettrica in modo da sostenere un costo unico e non poter sfuggire a questa imposta; insomma, un duro colpo per molti evasori cronici.

Nonostante ormai sia diventato obbligatorio pagare il Canone Rai perché non può essere evitato, sono numerosi i consumatori che si lamentano di questa tassa; non tutti però sanno che in alcuni casi, può anche non essere pagato.

Ecco come non pagare il Canone Rai

Ebbene sì, non tutti gli utenti sono obbligati a sostenere la tassa del Canone Rai perché alcuni possono evitarla in un modo del tutto legale; innanzitutto, non devono pagare questa imposta i consumatori che hanno un’età pari o superiore ai 75 anni e hanno un reddito che non supera i 6713,98 Euro; inoltre, non sono obbligati anche:

  • Gli agenti diplomatici;
  • Coloro che sono impiegati consolari o funzionari;
  • Coloro che fanno parte dei funzionari di un’organizzazione internazionale;
  • Tutti i militati che non hanno una cittadinanza italiana e/o che fanno parte del personale civile che non risiede in una città italiana ma, che appartiene alle forze armate della NATO.
Leggi anche:  Canone Rai: ecco il metodo legale per evitare di pagarlo

Infine, tutti i consumatori che non possiedono un televisore e un decoder possono evitare di pagare il Canone Rai presentandosi all’Agenzia delle Entrate e certificarlo; gli utenti dovranno solamente compilare un documento apposito e presentarlo.