Il 29 giugno 2009 Samsung ha rilasciato il Galaxy (senza “S”) con il nuovissimo sistema operativo Android di Google. L’occhio moderno potrebbe beffarsi delle specifiche datate e del design, ma quel dispositivo ha stabilito un lignaggio secondo solo all’iPhone, dando il via a dieci anni di smartphone della serie.

Il piccolo dispositivo, con numero di modello GT-I7500, sfoggiava un display AMOLED da 3,2 pollici, 320×480, CPU single core da 528 MHz, 128 MB di RAM, 8 GB di memoria espandibile, una fotocamera da 5 megapixel, supporto GSM / HSDPA e un jack per cuffie da 3,5 mm. Quest’ultimo dettaglio era importante per le vendite nel 2009. Come cambiano i tempi se pensiamo che attualmente sta accadendo l’esatto opposto, tutte le aziende stanno privando i propri dispositivi del jack per le cuffie..

Il Galaxy, primo nel suo nome, ha anche dato il via a un’altra tradizione Samsung: aggiornamenti software lenti/inesistenti. Il Galaxy S più grande e veloce del 2010 era migliore sotto certi aspetti, e sicuramente è arrivato in più paesi, ma l’originale Galaxy senza S ha gettato le basi per un decennio di best-seller. L’impatto della linea Galaxy sul design non va sottovalutato. A partire dal Galaxy S3, Samsung ha finalmente mantenuto un design unificato. Inoltre, ha iniziato a costruire realmente l’immagine della serie Galaxy nelle menti dei consumatori con una coerenza che prima non aveva.

Leggi anche:  5G: Cdm impone specifiche prescrizioni sull'accordo Fastweb-Samsung

Samsung esattamente dieci anni fa ha lanciato il primo smartphone Samsung Galaxy di una lunga serie

Alcune delle funzionalità offerte da Samsung ai telefoni successivi, come la resistenza all’acqua classificata IP, sono diventate requisiti fondamentali per i telefoni di punta. Molte altre caratteristiche rese popolari dalla serie Galaxy non si sono mai diffuse. Lo stilo attivo della serie Galaxy Note potrebbe non aver portato molto, ad esempio. Nonostante ciò, il design del suo grande schermo ha cambiato il design degli smartphone in modo permanente. Il suo display da 5,3″ è decisamente piccolo rispetto agli standard moderni e, anche tenendo conto delle cornici, molti telefoni moderni hanno un ingombro maggiore. Tuttavia, a quei tempi era tutto diverso.

Per anni, la serie Galaxy S di Samsung è stata venduta con Apple per la posizione numero 1 nelle liste “migliori di”, e il nome stesso Galaxy si è espanso ben oltre i telefoni per includere tablet, dispositivi indossabili e persino cuffie. Mentre aspettiamo tutti ulteriori dettagli sul prossimo Galaxy Note di Samsung, è bello guardare indietro e riflettere su quanto cambiano le cose.