Netflix è tra i servizi di streaming online più apprezzati e utilizzati al mondo. Vanta oltre 125 milioni di abbonati, statistica aggiornata ad Aprile 2018 e che secondo i dati e le dichiarazioni estremamente positive dei dirigenti, è di certo destinato ad aumentare sulla base dei nuovi iscritti in questo ultimo anno.

Per preservare questo enorme successo, Netflix basa la propria strategia su dura caratteristiche fondamentali: prezzi estremamente competitivi, grazie alla possibilità di condividere l’abbonamento e abbattere enormemente i costi, e un catalogo in costante aggiornamento.

Da qualche anno, tra l’altro, Netflix ha dato avvio alla produzione di serie, film e contenuti che portano il nome della stessa azienda. Questi contenuti originali vengono fortemente pubblicizzati e spinti per essere visti ed apprezzati dal pubblico, pertanto occupano un posto “prioritario” nella programmazione Netflix.

Netflix: gli aggiornamenti al catalogo determinano cancellazioni inattese

D’altra parte, lasciar spazio a questi contenuti implica necessariamente sfoltire il catalogo per rinnovare la propria offerta. Questo vuol dire che spesso, a insaputa degli abbonati, alcune serie vengono rimosse dalla programmazione. Ciò che delude maggiormente il pubblico è la prospettiva che le proprie serie preferite non abbiano una degna conclusione.

Leggi anche:  Netflix: ecco le serie TV che hanno conquistato gli Emmy Awards

Dall’inizio del 2019 sono diverse le serie che hanno subito questo destino. Le ultime aggiuntesi all’elenco sono Dark, Nightflyers, Orange is the new Black, Iron Fist e The Ranch (che nel 2020 si concluderà con il suo ultimo ciclo di episodi). Oltre queste, termineranno anche:

  • Friends From College, The Punisher e Jessica Jones che si fermano alla seconda stagione.
  • One Day at a Time non vedrà nascere neppure la seconda stagione, terminando alla prima.
  • Santa Clarita Diet e Travelers si fermano alla terza stagione.
  • Fuller House è stata cancellata alla quinta stagione.