Si parla sempre più spesso del 5G e il mondo è prossimo alla nuova fantastica rivoluzione nel campo delle telecomunicazioni. Gennaio 2020 è la data ufficiale di arrivo nel mercato globale per il nuovo standard della rete da mobile. Si ipotizza che sarà una rivoluzione talmente profonda da cambiare perfino il nostro quotidiano e le cose con cui siamo abituati a interagire. Ma siete veramente sicuri di conoscere il 5G?

Il 5G: cos’è?

Con 5G si intende la tecnologia di quinta generazione per le reti da mobile. La nuova rete migliorerà la capacità in download e upload (si parla di 10 Gbps per il primo e 20 Gbps per il secondo, rispettivamente) e manterrà una connessione che navigherà ad almeno 100 Mbps in downstream e 50 in upstream.

Non solo velocità e potenza: i device saranno interconnessi come mai prima d’ora. Le famose Smart City e l’IoT sarà all’ordine del giorno. Gli scenari ipotizzati nei film di fantascienza infatti non sembreranno più così lontani.

L’aspetto principale però sarà la bassissima latenza. Si parla di 4ms ma gli esperti stanno cercando di ridurla a 1 ms. Ovviamente ciò comporterà un cambio delle onde radio, che passeranno a frequenze altissime. Si parla di 300 Ghz.

Le compagnie italiane e il 5G

In Italia gli operatori telefonici sono pronti ad entrare nel mondo del 5G a partire dal prossimo anno. L’asta per l’attribuzione delle frequenze è terminata ad Ottobre 2018 e ha viste coinvolt: Tim, Vodafone, Wind 3, Fastweb e Iliad.

Leggi anche:  5G: sarà davvero così veloce il nuovo standard per la connettività ?

I primi smartphone compatibili con il 5G

Al momento non sono tantissimi però quasi tutti i Brand hanno presentato un proprio dispositivo che supporta la nuova rete. Motorola ha annunciato il suo Z3 con il modem Qualcomm Snapdragon X50, Samsung il suo controverso e discusso Galaxy Fold, Huawei il suo Mate X.  Ma non solo, arriveranno anche (in versione 5G) Oppo Reno, Xiaomi Mi Mix 3, LG V50.