whatsapp telegram sms

Nonostante le applicazioni di messaggistica istantanea che sono disponibili, sembrerebbe che i messaggi di breve testo siano il mezzo di comunicazione più utilizzato; a scoprirlo è Commify che ha deciso di condurre un’accurata analisi che ha messo a confronto le varie applicazioni di messaggistica istantanea e gli SMS.

Secondo i risultati, due terzi dei consumatori europei che svolgono un lavoro d’affari sono convinti che le applicazioni come Whatsapp e Telegram siano più adatte a conversazioni fra famiglie e amici; per i loro affari vogliono solo gli SMS perché sono il mezzo di comunicazione mobile che più soddisfa le loro esigenze.

Ecco come sono nati gli SMS e perché i consumatori li preferiscono

Gli SMS nascono inizialmente per i gestori telefonici Tim, Wind, Vodafone e 3 Italia perché avevano bisogno di un mezzo di comunicazione con i loro clienti; difatti, i consumatori non potevano rispondere ai messaggi perché servivano solo per ricevere comunicazioni relative alle tariffe telefoniche attive.

Leggi anche:  WhatsApp, ecco il metodo per cancellare le odiate spunte blu dalla chat

Solo in un secondo momento gli SMS si svilupparono e diventarono fondamentali per molti consumatori perché comunicare con altre persone non era mai stato così facile e veloce; ad oggi, gli utenti possono scambiare messaggi di testo tramite gli SMS o le varie applicazioni di messaggistica istantanea come Whatsapp e Telegram ma, secondo i risultati dello studio di Commify gli SMS sono migliori perché:

  • Non hanno bisogno di una connessione Internet per funzionare e raggiungono qualsiasi dispositivo mobile;
  • Non si tratta di un’applicazione che deve essere cercata e scaricata dal Play Store o App Store perché è preinstallata in qualsiasi dispositivo.