Lungi dall’essere considerato un semplice raccoglitore di brani musicali, Spotify è, ad oggi, uno dei migliori servizi di musica in streaming, anche grazie alle numerose funzionalità supportate. Tra queste, la possibilità di creare Playlist pubbliche personalizzate di cui tutta l’utenza può fruire.

In questo articolo scopriremo come creare una Playlist Spotify di successo, con tutte le carte in regola per essere seguita ed ascoltata dai milioni di utenti che ogni giorno utilizzano il noto servizio di musica in streaming. In particolare, vedremo come creare una Playlist utilizzando la versione Desktop dell’app di Spotify, dal momento in cui per ottimizzare il risultato ricorreremo ad un servizio online che è meglio utilizzabile se avviato da computer.

Spotify, come creare una playlist di successo

Per creare una Playlist occorre anzitutto accedere all’app di Spotify per Windows, e successivamente premere sui tre puntini posizionati in alto a sinistra della Home, successivamente sulla voce “File” e poi su “Nuova Playlist“.

Passo fondamentale per creare una Playlist di successo è conferirle un titolo che sia breve e di impatto, che in poche parole riesca a riassumere l’essenza di quella raccolta, a delinearne le note, il mood o comunque il genere di riferimento. E’ importante inserire anche una descrizione efficace, che vada ad ampliare quanto specificato nel titolo, nonché un’immagine che ne sia rappresentativa di tutto.

Leggi anche:  Gmail: tutte le novità in arrivo con l'ultimo aggiornamento

Per creare una Cover in pieno stile Spotify, si potrebbe utilizzare il tool ReplaceCover, che presenta assets già pronti ma comunque personalizzabili.

Per quanto riguarda la selezione dei brani da inserire nella Playlist, uno strumento molto utile per ottimizzare i risultati riducendo al minimo la presenza di tracce fuori luogo (con canzoni che, ad esempio, non rispecchiano i propri gusti o non sono conformi al genere o al mood della raccolta) è Nelson.

Grazie ad una serie di parametri impostati secondo le preferenze dell’utente, Nelson agisce sull’algoritmo di Spotify modificando la scelta dei brani musicali che vengono suggeriti dalla piattaforma con quelli che al meglio rispondono ai requisiti dell’utente.

Tra i parametri da impostare ritroviamo: Popularity, che mostra le canzoni più o meno note; Valence ed Energy, che suggeriscono canzoni più gioiose o adrenaliniche; Danceability, che mostra i brani più ballabili; e Speechiness, che invece mostra canzoni in cui c’è molto o poco testo.

A questo punto, una volta individuato il brano musicale che si vuole aggiungere alla Playlist, non occorre altro che cliccare sui tre puntini orizzontali che accompagnano le informazioni di una canzone e selezionare poi la voce “Aggiungi alla Playlist” ed il gioco è fatto.