fisco nuovi controlli

I correntisti Unicredit sembra che siano finiti sotto l’occhio vigile del Fisco. Si prospettano nuovi controlli per i clienti della famosa banca Unicredit. Sono già iniziate le prime indagini sui conti correnti dei clienti BNL e Sanpaolo e sembra che adesso tocchi agli utenti della terza banca.

Il Fisco mediante il nuovo algoritmo dell’Agenzia delle Entrate, effettuerà verifiche molto più mirate e precise. I nuovi poteri dell’Agenzia sono arrivati con l’introduzione del Decreto Dignità, meccanismo che permette di controllare nelle “tasche” degli italiani le entrate e le uscite di denaro, al fine di combattere l’evasione fiscale. Il nuovo redditometro analizzerà il rapporto fra le spese e il reddito guadagnato e in base ad alcuni requisiti ben specifici, scatteranno i controlli.

I congtrolli del Fisco anche per i correntisti Unicredit

Si procederà al controllo dei conti correnti grazie alla nuova autonomia dell’Agenzia. Si studierà il tenore di vita dei cittadini con la relativa busta paga o dichiarazione dei propri guadagni annui. I valori interesseranno l’intero nucleo familiare e non il singolo cittadino.

Leggi anche:  Fisco: il redditometro sostituito dall'Evasometro, scattano i controlli

Se il rapporto fra spese e entrate sarà superiore al 20%, scatteranno i controlli predisposto dal Fisco. Un agente verrà inviato per richiedere prove aggiuntive a quelle già dichiarate per il versamento delle imposte.

Le spese analizzate saranno di vario genere: da quelle più comuni e semplici come l’abbigliamento, i viaggi, la salute, le spese per gli animali domestici, per i prodotti di tecnologia e molto altro. In particolar modo l’acquisto di un’automobile o una casa farà scattare ulteriori indagini dal Fisco.

Verranno analizzati anche i depositi bancari in quanto ipotetici strumenti di archiviazione del denaro guadagnato per esempio mediante lavoro non dichiarato, e quindi “in nero”.