fisco nuovi controlli

I correntisti di Unicredit, BNL e Sanpaolo devono aspettarsi dei nuovi controlli da parte del Fisco. Infatti il Fisco mediante i poteri dell’Agenzia delle Entrate, potrà effettuare delle verifiche più selettive verso gli utenti dei conti correnti.

I controlli erano iniziati sulle casse degli utenti di BNL e Sanpaolo, e adesso sembra che tocchi ai clienti di Unicredit. Il nuovo redditometro adesso potrà verificare le entrate e le uscite dei contribuenti. Il tutto si deve all’introduzione del nuovo Decreto Dignità, che permette al Fisco di controllare con più precisione all’interno delle “tasche” degli italiani.

Il focus verterà sul rapporto fra le entrate e e uscite dei correntisti, in relazione con la dichiarazione dei redditi dei singoli. Il tutto al fine di evitare l’evasione fiscale, piaga che attanaglia lo Stato da diverso tempo.

Nuovi controlli del Fisco anche per i clienti Unicredit

Il redditometro procederà con le verifiche al controllo dei conti, proprio grazie ai nuovi poteri dell’Agenzia. Il rapporto fra stile di vita e guadagno medio sarà l’oggetto del controllo e qualora si trovasse un GAP esagerato fra i due valori, scatteranno i controlli.
Tuttavia non sarà un check sul singolo individuo, ma si studierà lo storico dell’intero nucleo familiare.

Leggi anche:  Truffa Agenzia delle Entrate: ecco come identificarla ed evitarla

Se il valore supererà il 20% nel rapporto sopracitato, interverrà un agente del Fisco che, a sorpresa, effettuerà delle indagini richiedendo delle prove documentali a riguardo. Verranno analizzate tutte le spese di un cittadino. Non soltanto quelle “piccole” relative al cibo, ai viaggi, alla salute, agli animali domestici, ma anche quelle “importanti” come l’acquisto di un’autovettura o una proprietà o immobile che sia.

Infine, nella manovra verranno studiati anche i depositi bancari. Tale sistema secondo lo Stato, potrebbe far pensare ad un reddito “alternativo” per l’utente, non dichiarato, e quindi passibile di controllo e relativa multa.