pizza

Domino non è estraneo all’industria automobilistica. Dopo aver costruito il proprio veicolo dedicato alla consegna della pizza nel 2015, la società ha collaborato con Ford per vedere come i consumatori avrebbero reagito alla consegna con un veicolo “self-driving“. Ora, ha incrementato ulteriormente i suoi sforzi introducendo un AV in un programma per il pilota automatico in Texas.

Domino ha annunciato che sta collaborando con Nuro, una startup focalizzata su consegne autonome, su un nuovo programma pilota a Houston, in Texas. I clienti che ordinano online dal sito web di Domino possono partecipare a questo progetto. Quindi, il veicolo verrà consegnato in uno dei congegni autonomi del pod di Nuro e la persona alla fine della transazione con il pacco dovrà inserire un PIN e recuperare la pizza dall’area di deposito.

 

Il vero pod autonomo alla fine dell’anno

Al momento, le uniche foto fornite da Nuro sono del suo veicolo di consegna R1, che è stato utilizzato in altri programmi pilota con altre società. Nel suo rilascio, la società ha detto che il tie-in di consegna di Domino utilizzerà un veicolo personalizzato chiamato R2, che dovrebbe fare la sua prima apparizione entro la fine dell’anno. Non è chiaro quanto sarà differente dal primo R1, che assomiglia ad un piccolo e simpatico pod e non ha spazio per un vero umano per pilotarlo.

Alla fine dello scorso anno, ha annunciato che avrebbe iniziato a consegnare generi alimentari dai negozi selezionati di Kroger in Arizona, utilizzando Prius modificate, ma alla fine è passato alla R1. A marzo, la società ha annunciato che avrebbe esteso la consegna di generi alimentari AV a Houston, sempre con Kroger.