unicredit-bnl-sanpaolo

Durante gli ultimi giorni i clienti di Unicredit, BNL e SanPaolo si trovano alle prese con delle bruttissime notizie. Il Fisco ha infatti autorizzato l’Agenzia delle Entrate a  predisporre nuovi controlli fiscali molto più rigidi sulle entrate dei cittadini. Tuttavia anche i depositi bancari potrebbero essere oggetto di revisione, per arginare l’uso di fonti di reddito non dichiarate.

Il Decreto Dignità garantisce all’Agenzia delle Entrate il potere di controllare approfonditamente i conti correnti dei contribuenti. Il potentissimo algoritmo del Fisco confronterà la dichiarazione dei redditi con le spese dei cittadini. Qualora il redditometro dovesse scovare delle anomalie verranno iniziate le verifiche. Le manovre analizzate si sono rese necessarie per stroncare la crescente evasione fiscale in Italia.

Unicredit, BNL e SanPaolo: i conti correnti rischiano nuovi controlli

Grazie alla sua nuova autonomia, l’Agenzia delle Entrate potrà controllare i contribuenti utilizzando il redditometro. Un anomalia nel rapporto tra tenore di vita e dichiarazione dei redditi ci farà automaticamente entrare nella lista nera del Fisco. Bisogna tuttavia precisare che la verifica sarà effettuata su tutto il nucleo familiare e non sul singolo cittadino.

Se dalle verifiche uscisse un rapporto superiore del 20% o più, il redditometro partirà automaticamente con i controlli. Verrà cosi inviato un incaricato che provvederà alla verifica di prove documentali a dimostrazione delle spese effettuate.

L’algoritmo dell’Agenzia delle Entrate comincerà le sue verifiche anche di fronte a spese definite comuni. Ad esempio l’acquisto di un immobile costoso o di un auto di lusso potrebbe farci finire nel mirino del Fisco. Una brutta notizia arriva anche per chi è solito avere molti depositi bancari. Questi verranno ugualmente verificati per evitare che si faccia uso di fonti di reddito alternative.

Tra le spese che verranno tenute in considerazione, troviamo anche: spese per l’abbigliamento, spese per prodotti di tecnologia, spese per animali domestici, spese per viaggi e salute e collaboratori domestici.