grafene batterie

  • è 200 volte più resistente dell’acciaio;
  • ha la resistenza meccanica del diamante, ma è 6 volte più leggero;
  • ha la flessibilità della plastica e
  • è un superconduttore per elettricità e calore.

Un solo grammo di molecole di grafene può coprire i 2.630 m2 di superficie, senza perdere le proprie caratteristiche chimico-fisiche anche se soggette a forti sollecitazioni.

Grafene: la durata delle batterie e altri usi

Una delle più interessanti e rilevanti applicazioni di questo materiale nel quotidiano potrebbe essere il suo utilizzo nelle batterie. Non importa quanto grandi e quale destinazione d’uso abbiano, poiché la super conducibilità del grafene migliorerebbe significativamente la velocità di ricarica con minori problemi di usura. In più, aumenterebbe di molto la durata, permettendo di abbandonare la tecnologia degli accumulatori a Litio che inquina sensibilmente l’ambiente.

Ma il grafene può prestarsi anche a tutta una serie di campi di applicazione diversi. Come ha dimostrato l’Italcementi, se incorporato nel calcestruzzo può condurre il calore e favorire il riscaldamento a pavimento o a parete.

Lo straordinario materiale può essere sfruttato anche nell’industria della moda e nell’edilizia, rivoluzionando gli assetti industriali con innumerevoli vantaggi. Nell’ambito sportivo, se nelle scarpe o negli strumenti delle varie discipline venisse implementato il grafene, resistenza e distribuzione uniforme dei pesi renderebbe il tutto più leggero e performante.