whatsapp

Whatsapp ha ormai conquistato una fetta di mercato considerevole, spodestando quasi completamente le altre applicazioni di messaggistica istantanea. Gli SMS sono ormai stati completamente surclassati tanto da averlo trasformato in un “must-have” da installare sul proprio dispositivo. Nel corso del suo ciclo di vita si sono susseguiti svariati aggiornamenti che ne hanno aiutato notevolmente la crescita con gli utenti.

Molte sono state anche le migliorie e le nuove funzionalità, tra cui quelle nascoste. Questi semplici trucchi ci permetteranno di stupire amici e parenti mediante l’uso di caratteri speciali.

Whatsapp: stupiamo i nostri amici con tre semplici trucchi

Una delle funzioni più amate dai più giovani è senz’altro quella del testo alternativo. Potremo infatti inserire: grassetto, corsivo e sbarrato.

Per usare il grassetto dovrete inserire il testo che vogliamo inviare tra due asterischi: *ciao*;

Per il corsivo dovremo inserire il nostro messaggio tra due trattini in basso così: _ciao_;

Leggi anche:  WhatsApp, ecco il nuovo strumento che cambia l'invio delle foto online

Il testo sbarrato invece apparirà solamente inserendo il nostro messaggio di testo tra due tilde: ~ciao~.

Un altra interessante possibilità offerta è quella di scrivere senza mani, usando una tastiera che lo supporti. Se utilizzate la Gboard dovrete premere il tasto del microfono e iniziare a parlare. Esattamente nello stesso modo potremo dettare anche su Swiftkey. Se vi avvalete invece di un assistente vocale come Siri o Google, potrete chiedergli di inviare messaggi attraverso la vostra voce.

L’ultima funzione che vedremo non è molto conosciuta, tuttavia è presente da svariate release dell’applicazione. Ci permette di personalizzare le notifiche per ogni singolo gruppo. Attraverso un suono o un led di notifica personalizzato sapremo subito chi ci sta cercando. Per attivare questa funzione sarà necessario aprire la chat e cliccare sul nome. Successivamente dovrete aprire le impostazioni personalizzate relative alle notifiche.