Vi abbiamo a lungo parlato della nuova politica di WhatsApp in termini di sicurezza. Dopo anni in cui la chat è stata sede di caos e di confusione, ora gli sviluppatori hanno deciso di aprire gli occhi e di iniziare a prendere provvedimenti seri verso quelle persone che non rispettano le regole del vivere bene in rete.

WhatsApp, arrivano le azioni legali contro chi invia messaggi indesiderati e spam

La battaglia di WhatsApp prevede vari step. Il team da un lato ha ampliato le possibilità di segnalazione da parte degli utenti e dall’altro ha sottolineato quelle che sono norme molto severe contro chi trasgredisce.

Il caso più rilevante e quello più eclatante è quello dello spam. Ogni giorno su WhatsApp migliaia di malintenzionati affliggono individui innocenti con messaggi inutili, fastidiosi e spesso dannosi. Ebbene, ora la chat ha scelto di intraprendere anche le vie legali.

Attraverso un duro comunicato ufficiale, gli sviluppatori ha annunciato che a partire dal prossimo 7 Dicembre la piattaforma si impegna ad avviare azioni legali contro tutti quegli utenti che disturbano altre persone con messaggi ripetuti ed indesiderati. Il provvedimento vale sia per i singoli sia per le aziende.

L’obiettivo è quello di rendere WhatsApp una piazza virtuale sicura e sempre piacevole per gli utenti. Così come per lo spam, c’è da credere infatti che le azioni legali possano essere avviate anche contro coloro che tendono ad utilizzare parole forti o ad essere di continuo irrispettosi nei confronti del prossimo.