malware-italia-attacchi-sicurezza

Secondo le periodiche ricerche di Trend Micro Research si è scoperto che recentemente, per la precisione ad aprile, il nostro paese è stato il terzo più colpito a livello globale. Si parla di cybersecurity e di attacchi malware e quest’ultimi sono stati ben 2.456.210, o per lo meno lo sono quelli bloccati dalla società di cybersecurity. Gli unici paesi ad aver fatto peggio di noi sono gli Stati Uniti, al secondo posto, e Giappone, al primo.

Questa è la classifica relativi agli attacchi generici, ma se si prende in considerare i Macro Malware, il cui prefisso lascia capire l’entità della minaccia, perdiamo una posizione. Con 2.646 di questo tipo di attacchi siamo finiti quarti dopo Stati Uniti, Cina e Giappone. Come detto i dati sono stati forniti da Trend Micro, ma anche da Smart Protection Network. Quest’ultima è una rete intelligente che individua e analizza le minacce aggiornandosi costantemente. È composta da 250 milioni di sensori i quali sono in grado di bloccare una media di 48 miliardi di minacce all’anno.

Leggi anche:  Whatsapp: allarme virus, attenzione a questi messaggi

 

La rete, i malware e la sicurezza

Tornando ad aprile, sono in tale mese la rete è riuscita a gestire 207 miliardi di query fermando 4,3 miliardi di minacce la cui stragrande maggioranza, il 90,5%, arrivata via e-mail; la tecnologia si evolve ma la posta elettronica continua ad essere il mezzo più usato per questo genere di attacchi. Comunque se l’Italia ha comunque registrato uno dei dati peggiori di sempre, in tutto il mondo si è registrato un aumento di questi attacchi e dipende anche dal fatto che mese dopo mese ci si affida sempre un po’ di più alla tecnologia.